Impronta Ottica

Impronta Ottica

Il nostro studio dentistico si avvale del sistema Cerec Cad Cam: una tecnologia di ultima generazione che permette di rilevare le impronte dentali digitali attraverso una scansione digitale 3D del cavo orale del paziente, massimizzando l’accuratezza dell’impronta e abbattendo i costi e le tempistiche.

Una piccola telecamera intraorale, manovrata dalla dentista, cattura un’immagine tridimensionale dell’arcata dentale o del dente da prostetizzare.  L’impronta digitale così acquisita viene successivamente usata per realizzare apparecchiature ortodontiche o protesi di alta precisione.

Vantaggi per il comfort del paziente

L’impronta dentale digitale è un servizio che migliora sensibilmente l’esperienza del paziente perché elimina la spiacevole esperienza connessa ai materiali da impronta (le famigerate paste in cui il paziente, un tempo, era costretto ad affondare i denti per fornirne un calco al dentista).

Il nuovo macchinario attualmente in uso presso il nostro studio – CEREC AC Omnicam –  rispetto a Cerec di generazione precedente, fa ulteriori passi avanti verso sedute sempre più confortevoli:

per realizzare l’impronta ottica, lo scanner non necessita dello spray in polvere che veniva vaporizzato sull’arcata dentale del paziente per prepararlo alla fase di scansione. Sebbene fosse ben più comodo delle obsolete paste di cui sopra, lo spray generava una fastidiosa sensazione di freddo in alcuni dei nostri pazienti con sensibilità dentinale che oggi non devono più preoccuparsi di questo problema.
Le immagini scansionate con l’impronta digitale possono essere visionate immediatamente sul monitor, in modo da essere valutate dal clinico nella loro interezza, per la precisa riproduzione dei tessuti e quindi per una altrettanto precisa realizzazione dei restauri.
La telecamera intraorale è di dimensioni molto ridotte rispetto ai modelli  CadCam precedenti, cosa che riduce il disagio del paziente durante l’acquisizione dell’impronta digitale.

Esempi di progettazione protesi con impronta digitale

Esempi di progettazione protesi con impronta digitale

Intarsio dentale per un paziente con carie sul dente 46

Progettazione con Cerec di una corona a protezione di un dente devitalizzato con moncone ricostruito con interno in fibra

Progettazione di un ponte di tre elementi per sostituzione dell’elemento intermedio mancante

 

CEREC AC Omnicam in azione

Questo breve video è stato registrato nel nostro Studio Odontoiatrico di Roma per mostrarvi praticamente come avviene l’acquisizione di un’impronta dentale digitale con CEREC AC Omnicam.

L’impronta digitale, rilevata per via intraorale, viene convertita in un modello tridimensionale. Dopo la progettazione computerizzata, questo modello verrà trasmesso al fresatore (il macchinario che modellerà la protesi definitiva). Con questo metodo, oltre ad eliminare la fastidiosa impronta classica, si abbattono i tempi e i costi poiché il tutto si realizza interamente in studio.

Realizzazione di due intarsi tramite impronta digitale