Igiene orale professionale con metodo GBT

Tutti i vantaggi del trattamento GBT (Guided Biofilm Therapy)

Uno strumento in più in mano agli igienisti dentali per rendere la seduta di igiene orale professionale ancora più efficace è il Guided Biofilm Therapy, un sistema che permette di rimuovere a fondo il biofilm dentale (lo strato di placca e batteri che va a ricoprire i denti e, se non eliminato, può causare malattie e infiammazioni), il tartaro e le macchie.

Il nome “Guided Biofilm Therapy” fa riferimento al fatto che il medico viene guidato dal biofilm localizzato durante le procedure di pulizia dentale professionale.

La GBT è davvero mini-invasiva e riduce la necessità di utilizzare strumentazione manuale e sonica/ultrasonica. Si tratta di un metodo sicuro, efficace e delicato su denti e tessuti molli, impianti e restauri.

Inoltre, si tratta di una metodica molto confortevole sia per i Pazienti che per i medici: è efficace e consente di risparmiare tempo. Il suo uso è consigliato anche nella prevenzione primaria di carie e parodontite in bambini e adolescenti.

 

Come funziona la GBT

Il primo passo è quello della diagnosi: sondare i tessuti ed esaminare ogni paziente (denti sani, carie, parodontiti, gengiviti, impianti sani, mucositi, peri-implantiti, etc).

La tecnica GBT è effettuata con il dispositivo AirFlow Prophylaxis Master che rimuove in maniera semplice ed efficace biofilm, macchie e tartaro di recente formazione, sia nelle aree sopragengivali che sottogengivali, limitando così la necessità di utilizzare strumenti elettrici e a mano.

L’igienista applica un agente rilevatore sui denti e il rilevatore farà diventare fuxia/blu la placca che si è accumulata, rendendola molto facile da individuare. Questo passaggio serve anche a capire quali sono le zone in cui non arriva lo spazzolino.

Il biofilm, il tartaro di recente formazione e le macchie vengono rimosse grazie ad un getto controllato di aria compressa: si tratta di acqua demineralizzata contenenti micro-polveri (eritritolo, bicarbonato o glicina).

Successivamente grazie a un ablatore professionale (Piezon) viene rimosso in modo minimamente invasivo il tartaro residuo. L’igienista dentale a questo punto valuterà quando sarà necessario ripetere il trattamento.

 

I vantaggi rispetto della tecnica GBT rispetto all’ Igiene tradizionale

  • La GBT è davvero mini-invasiva e riduce la necessità di utilizzare strumentazione manuale e sonica/ultrasonica. Si tratta di un metodo sicuro, efficace e delicato su denti, tessuti molli e impianti. L’uso di un agente di localizzazione che funge da guida nella rimozione di tutto il biofilm durante le procedure di pulizia dentale professionale, garantisce una rimozione completa e mirata del biofilm.
  • Si tratta di un protocollo mini-invasivo che consente di ridurre significativamente il tempo del trattamento rispetto alla rimozione meccanica professionale della placca.
  • E’ un trattamento più confortevole per il paziente: meno rumoroso che prevede anche la possibilità di regolare la temperatura dell’acqua.
  • Crea consapevolezza nel paziente riguardo la propria igiene orale.
  • E’ utile e consigliato anche nella prevenzione primaria di carie e parodontite in bambini e adolescenti.

 

 La tecnica GBT fa per te?

  • Mantiene i denti sani: Airflow è minimamente invasivo su tutti i tipi di tessuti, dalla dentina al cemento, dallo smalto alle gengive
  • Aiuta a prevenire la carie rimuovendo il biofilm dentale
  • Può aiutare nello scoprire la carie allo stadio iniziale: la carie spesso si sviluppa in aree non accessibili da coppette di gomma o spazzolini come le aree interdentali, le cavità o i solchi
  • Previene la carie e l’iperplasia gengivale (ingrossamento della gengiva)
  • Arriva dove non arriva il normale spazzolino usato nella pulizia domiciliare, rivelandosi un ottimo alleato per i paziente i(e quindi in caso di apparecchi)
  • Aiuta a rimuovere il biofilm esposto sulla dentina: in questo modo aiuta a controllare le recessioni gengivali e protegge le ricostruzioni estetiche e la salute dei tessuti molli
  • Contribuisce a rimuovere il biofilm e il tartaro di recente formazione anche dalle superfici coronali e dai solchi, proteggendo il paziente da eventuali gengiviti
  • Protegge il cemento e rimuove efficacemente il biofilm sottogengivale nelle tasche profonde residue, scongiurando infiammazioni gengivali (parodontiti)

 

Hai un dubbio o vuoi approfondire questo argomento? Chiamaci allo 06 8603424 oppure inviaci un messaggio WhatsApp al seguente numero: 329 5668819.

Leave A Comment