Integratori: attenzione a bambini e adolescenti

Evidenziato il rischio di gravi eventi medici e danni permanenti

Secondo una ricerca condotta dalla Harvard T.H. Chan School of Public Health, basato sui dati raccolti tra Gennaio 2004 e Aprile 2015 negli Stati Uniti, il consumo di integratori alimentari associati alla perdita di peso, al potenziamento muscolare e a quello energetico, è associato a un aumentato rischio di gravi eventi medici in particolare nei bambini e nei giovani adulti.

In particolare, per il 40% della popolazione appartenente alla fascia di età 0-25 anni, l’uso del singolo supplemento ha comportato gravi esiti medici, tra cui ricovero in ospedale, disabilità e addirittura la morte.

 

Differenze rispetto agli integratori vitamici

Rispetto agli integratori vitaminici, il rischio associato di complicanze e gravi eventi medici è così ripartito:

  • + 2.7% per gli integratori usati per il potenziamento muscolare
  • + 2.6% per gli integratori a effetto energizzante
  • + 2.6% per gli integratori coadiuvanti la perdita di peso

A complicare le cose è poi il processo di produzione degli integratori. Non tutte le aziende sono serie e si dedicano con onestà e trasparenza alla produzione di integratori. Spesso succede che questi prodotti sono adulterati con prodotti farmaceutici soggetti a prescrizione, sostanze vietate, metalli pesanti, pesticidi o altre sostanze chimiche pericolose.

E’ importante quindi fare sempre attenzione alla qualità del prodotto scelto affidarsi, là dove necessario, ad aziende produttrici certificate, serie ed oneste. Il parere specifico del medico è sempre consigliato.

Leave A Comment